La Basilica Pontificia di Santa Maria a Pugliano (Ercolano - Napoli)

La Basilica Pontificia di Santa Maria a Pugliano (Ercolano – Napoli)

Sul territorio della Magnifica e Millenaria Ercolano sono presenti numerosi edifici religiosi dall’immenso valore storico-culturale !!!

Santa Maria a Pugliano

La Basilica Pontificia, sita nell’omonima piazza, è la principale e più antica struttura sacra della città e dell’intera area vesuviana.

Santa Maria della Consolazione

Nota anche come Sant’Agostino, è il secondo luogo di culto della centro. Il facoltoso napoletano Scipione de Curtis, nel 1613, donò la sua proprietà di Resina ai padri Agostiniani Scalzi, ai quali era profondamente legato, con l’obbligo di costruirvi una chiesa ed un convento per dodici frati. L’edificio edificato dai frati, tuttavia, si dimostrò insufficiente a contenere i fedeli e così, già nel 1623, si decise di innalzarne uno più ampio e capiente. I lavori, però, furono interrotti a causa dell’eruzione del Vesuvio del 1631. Divenne, in breve tempo, punto di riferimento e di devozione soprattutto per la nobiltà del Vice Regno di Napoli. La facciata, rifatta nella metà dell’Ottocento, è dominata da tre ampie arcate sormontate da un loggione con altrettanti finestroni a sua volta sormontato da un timpano triangolare.

Chiesa di Santa Caterina

Costruita, tra il 1822 e il 1827, sul nuovo tratto della Via Regia delle Calabrie, sotto il regno di Gioacchino Murat. Per realizzare la nuova strada fu abbattuto il piccolo edificio religioso di fine Cinquecento già dedicato alla Santa di Siena.

Chiesa di Santa Maria del Pilar

Edificata nel 1748 dall’Avvocato Sorge come cappella gentilizia del palazzo di famiglia, sito sul lato opposto di Via Regia delle Calabrie. E’ un bell’esempio di Rococò Napoletano. Curiosamente viene chiamata anche Cappella ‘ddo’ sorece (del topo, in napoletano, ndr) per via della deformazione popolare del cognome Sorge.

Arciconfraternita della SS. Trinità

L’opera architettonica in analisi fu edificata accanto alla Basilica di Santa Maria a Pugliano tra il 1830 ed il 1843. La facciata e gli interni sono in Stile Neoclassico. Nonostante la costruzione sia dell’Ottocento, essa conserva opere del secolo precedente, tra cui la Tela dell’Altare e il Coro dei Confratelli in legno intarsiato.

Chiesa del Salvatore

Eretta, come ex voto, all’indomani della peste del 1656 da parte dei resinesi che salirono sul colle del Monte Somma per godere dell’aria salubre e sfuggire al contagio. L’asperità, da allora, venne chiamata Colle del Salvatore. Il luogo si trovava lungo l’originario sentiero utilizzato per l’ascesa al cratere vesuviano. A Maggio era meta di una processione del busto di San Gennaro che partiva dalla Basilica di Santa Maria a Pugliano e si snodava tra le strade campestri che ascendevano al rilievo.

Chiesa di San Vito

Realizzata nel 1747 sulla roccia lavica nelle campagne locali. La facciata e gli interni sono in stile Rococò.

Per maggiori informazioni sulle bellezze e sui luoghi d’interesse del nostro territorio, contatta l’Ufficio Booking ( +39 0817776423) o scrivi a prenotazioni@villasignorini.it !!!

VILLA SIGNORINI: LA RAFFINATA ARTE DEL RICEVERE

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *