Partenope, come uno scrigno, conserva al suo interno delle gemme dalla bellezza inestimabile !!!

Fra i luoghi più incantevoli del capoluogo campano non si può non citare la storica Reggia di Capodimonte, famosa in tutto il mondo per essere la sede dell’omonimo Museo Nazionale.

La sua costruzione (fortemente voluta dal sovrano Carlo di Borbone per accogliere la Collezione Farnese) è iniziata a partire dal 1738. E’ stata residenza storica della Famiglia Reale dei Borbone ma, fra i suoi illustri inquilini, ha visto la presenza anche dei Bonaparte, dei Murat oltre che dei Savoia.

Il complesso si estende su due livelli. Al primo piano (quello maggiormente interessante) si trovano gli Appartamenti: si tratta, nello specifico, degli arredi (alcuni ricostruiti, altri originali) appartenuti alle famiglie dinastiche che hanno abitato nella dimora.

Reggia_di_Capodimonte_

Foto di Mentnafunangann – Opera propria (CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=37000184)

All’interno dell’edificio è possibile ammirare, in particolare, le Sale Borboniche, quelle Francesi ed il celebre Salottino di Porcellana.

Stupendo è anche il Parco che circonda la Reggia (già denominato Real Parco di Capodimonte) che vanta un’estensione di centoventiquattro ettari ed era prevalentemente utilizzato dai sovrani per battute di caccia e per l’organizzazione di feste. A seguito dell’apertura del Museo (nel 1957) è diventato un luogo pubblico. Venne realizzato nel 1743 da Ferdinando Sanfelice secondo il gusto Barocco del periodo, e, intorno alla metà del XIX secolo, fu restaurato da Federico Dehnhardt, assumendo l’aspetto di un Giardino all’inglese. Sono presenti in questo polmone verde della città oltre quattrocento varietà di piante secolari, a cui nel tempo si sono affiancate coltivazioni di piante da frutta, specie esotiche, e palme, queste ultime messe a dimora nel dopoguerra. Al suo interno, fra l’altro, si ritrovano statue, fontane e numerosi edifici, in origine dimore di corte, come la Casina dei Principi, o sedi di fabbriche, alcune delle quali riconvertite ad una nuova funzione, come la Fabbrica di Porcellana divenuta sede di una scuola per la lavorazione della ceramica. Non mancano, poi, delle bellissime chiese come quelle di San Gennaro e l’Eremo dei Cappuccini.

Villa Signorini è il punto di partenza ideale per chi desidera scoprire le perle del territorio napoletano e, più in generale, campano !!!

Per Informazioni sui monumenti e sui luoghi d’interesse nelle vicinanze della nostra splendida struttura settecentesca è possibile contattare il nostro Ufficio Booking ( +39 0817776423 ) o scrivere alla mail prenotazioni@villasignorini.it !!!

Villa Signorini: l’amore per l’arte e la cultura al primo posto!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *