Non solo Capri ed Ischia

Nel Golfo di Napoli esiste un altro gioiello la cui bellezza eguaglia le due isole più conosciute: Procida !!!

Con una superficie di circa 3,5 chilometri quadrati, con un perimetro di sedici di circa 16 Km estremamente frastagliato, fa parte dell’Arcipelago delle Flegree.

Molto particolari sono le sue coste: alcune di queste sono basse e sabbiose mentre altre sono poste a picco sul mare. Conformazione che dà vita a diverse baie e promontori che offrono riparo alla piccola navigazione ed hanno permesso, nel corso del tempo, la nascita di ben tre porticcioli sui versanti settentrionale, orientale e meridionale dell’isola. Gran parte del litorale in analisi è tutelata dall’Area Marina protetta Regno di Nettuno.

Un'immagine di Procida

Un’immagine di Procida

Dal punto di vista geologico, l’isola è completamente di origine vulcanica, nata dalle eruzioni di almeno quattro diversi vulcani (databili tra 55.000 e 17.000 anni fa), oggi completamente spenti e in gran parte sommersi. Per modalità di formazione e morfologia il territorio (formato principalmente da tufo giallo e per il resto da tufo grigio, con tracce di altri materiali vulcanici quali, ad esempio basalti) si avvicina moltissimo alla zona dei Campi Flegrei, di cui fa geologicamente parte.

Il centro abitato, tradizionalmente, è suddiviso in nove contrade, dette grancìe: Terra Murata (il borgo più antico), Corricella (un caratteristico borgo di pescatori), Sent’cò (con il Porto Commerciale di Marina Grande), San Leonardo, Santissima Annunziata (anche detta Madonna della Libera), Sant’Antuono, Sant’Antonio e Chiaiolella (un Porto Turistico nella parte meridionale dell’isola).

La sua natura selvaggia ha ispirato numerosi poeti: “Ah, io non chiederei di essere un gabbiano, né un delfino; mi accontenterei di essere uno scorfano, ch’è il pesce più brutto del mare, pur di ritrovarmi laggiù, a scherzare in quell’acqua” scriveva Elsa Morante ne L’Isola di Arturo.

Dalla storia antichissima, Procida, per il suo affascinate scenario, ha legato il suo nome anche alla letteratura ed al cinema.

Una visita da non perdere per tutti coloro che, soprattutto nel periodo estivo, soggiorneranno a Villa Signorini !!!

La nostra struttura settecentesca si trova immersa in un luogo baciato dalla natura ed in cui arte e cultura prosperano !!!

Per qualsiasi tipo d’informazione, contattate il nostro Ufficio Booking (+39.081.777 6423) o scrivete a prenotazioni@villasignorini.it !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *