Via Toledo

«Parto. non dimenticherò né la Via Toledo né tutti gli altri quartieri di Napoli; ai miei occhi è, senza nessun paragone, la città più bella dell’universo.»

(Stendhal; da Rome, Naples, Florence, a cura di H. Marineau, Paris, Le divan, 1927 vol. III, p. 22, annotazione dell’8 marzo 1817)

Via Toledo è una delle arterie principali di Napoli ed è lunga circa 1,2 km. Il percorso inizia da Piazza Dante e termina in Piazza Trieste e Trento. Si tratta, fin dal XVI Secolo, di un tappa imprescindibile dello shopping e della vita del centro partenopeo. Nel corso dei secoli la sua fama è stata accresciuta tramite i viaggi del Grand Tour e di alcune citazioni nelle canzoni napoletane.

Fu fortemente voluta, su progetto degli Architetti Regi Ferdinando Manlio e Giovanni Benincasa, dal Viceré Pedro Álvarez de Toledo nel 1536. Il 15 Maggio 1848 tale luogo fu teatro della repressione messa in atto da Ferdinando II contro i liberali locali che difendevano la Costituzione da poco ottenuta.

Via Toledo nel XIX Secolo

Via Toledo nel XIX Secolo

Tra gli anni Trenta e la metà del XX secolo, una zona a oriente della via è stata devastata dagli sventramenti per il Risanamento del Rione Carità (l’attuale zona dei Guantai Nuovi-via Cervantes) e la successiva costruzione (al posto degli antichi palazzi) di edifici di volumetria eccezionale rispetto alla struttura viaria, ben rappresentativi della speculazione edilizia del tempo.

Dal 18 ottobre del 1870 al 1980 la strada ha assunto il nome di Via Roma in onore della Capitale d’Italia. Fu, nello specifico, il Sindaco Paolo Emilio Imbriani a deliberarlo. Una decisione che suscitò numerose reazioni contrarie.

Per maggiori informazioni sulle bellezze e sui luoghi d’interesse del nostro territorio, contatta l’Ufficio Booking ( +39 0817776423) o scrivi a prenotazioni@villasignorini.it

VILLA SIGNORINI: LA RAFFINATA ARTE DEL RICEVERE!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *